Home > My Country > Dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa

Dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa

Complimenti ITALIA. “Legittimo Godimento”

Finalmente un pò di coerenza civica. Ha vinto il passaparola e internet, compreso Facebook. Un referendum vissuto come non accadeva da anni, almeno quindici. I cittadini hanno capito l’importanza del SI, ma soprattutto l’importanza del voto. In barba a quelle persone (politiche la maggior parte) che hanno invogliato tanta gente a non andare a votare, a non presentarsi alle urne come se la costituzione italiana fosse carta straccia e le battaglie post-fasciste per calcare sempre più l’importanza del voto fossero giochi squattrinati in un cortile. Nessuno può permettersi di dire “Non Andate a Votare”. Nessuno! Dai consigli sull’andare mare, alle date sbagliate ai telegiornali, all’informazione posticipata fino all’ultimo momento, hanno tentanto in tutti i modi il boicottaggio di questo voto. Ma il 54,8% degli Italiani ha condiviso una scelta di carattere. Bravi Italiani, e brava Italia.

Fino a venti giorni fa questo referendum sembrava destinato a tramontare, a non raggiungere quell’ambito risultato chiamato quorum (50% +1 degli elettori aventi diritto). Ma l’impegno di centinaia di migliaia di persone sui blog, facebook, youtube, siti e quant’altro ha fatto modo che il tam tam mediatico arrivasse a livello nazionale. Far ribattere il suono della giustizia fin dentro alle mura di Palazzo Chigi. E parliamo di tam tam, non di bunga bunga. Non voglio invogliare l’attuale amministrazione nazionale a mollare, voglio vedere fino a che punto arriva. Con la Lega che fino ad ora ha cercato di far la gradassa ed ora inizia a dar resa, ed il PDL che ammette un’ulteriore sconfitta (dopo le comunali del mese scorso) e si “allea” con i cittadini dichiarando che il popolo ha scelto con coerenza! (ecco l’ipocrisia che scende giù a valanga). E voi siete le stesse persone che fino a ieri consigliava di andare al mare? Se il grande principe Totò fosse ancora tra noi commenterebbe tale affermazione con un secco: “Ma fateci il piacere!”. E tutto questo per non parlare della sinistra, anche loro hanno colpe, perchè non è tutto oro quello che luccica. La sinistra nazionale non è mai stata a favore dei quattro Si; troppa speculazione e troppe persone che hanno ditte, appalti o “personaggi” a cui dar conto. Quest’aria di cambiamento dovrebbe riflettersi in nuove realtà politiche ed amministrative capaci e competenti, senza i soliti “marpioni” che campano sulle spalle di noi cittadini.

Intanto, mentre il quadro referendario si va man man completando, aspetto con ambita gioia e ansia il giorno in cui qualche ministro (senza far nomi e cognomi) dovrà presentarsi per forza di cosa davanti ad una giuria di suoi pari. Ed in particolare una persona che ha in atto ben sei procedimenti. Ora voglio vedere le scuse che si inventeranno.

LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI!

Vi lascio ad un bel video. Buona visione.

RudiExperience

Annunci
  1. adele
    13 giugno 2011 alle 22:15

    certo adesso devono cambiare le cose,il paese ha dato una risposta secca e la sinistra ha il dovere di trovare le soluzioni per i problemi che ci assillano da tempo immemore ormai…sono fiduciosa

    • 13 giugno 2011 alle 23:29

      Sinceramente non importa se sarà la sinistra o altre fazioni a mettere le cose a posto. L’importante è che ci sia la svolta!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...